PRONTI, PARTENZA, VIA!

Valencia… in tre giorni!

12 Maggio 2022
Valencia_storie di pigne
Reading Time: 3 minutes
Valencia: tre giorni all’insegna dell’arte della cultura e del divertimento per tutta la famiglia!

Se state pensando ad una meta ideale, in Europa, per trascorrere un fine settimana lungo, ho io un suggerimento che potrebbe fare al caso vostro!

Valencia è una città davvero frizzante, tranquillamente visitabile a piedi e ricca di punti di interesse.

Sicuramente tre giorni non saranno sufficienti per vedere tutto, ma cercherò di aiutarvi a ottimizzare i tempi e riuscire a farvi vedere le attrazioni principali della città.

Una di queste è la Città delle Arti e della Scienza, un grande complesso ricreativo di divulgazione scientifica e culturale che ha iniziato la sua avventura nel 1998 con l’inaugurazione dell’Hemisfèric.

Città delle Arti e della Scienza

Situata sul letto del fiume Turia, la Città delle Arti e delle Scienze ha una superficie di 350.000 metri quadrati ed è stata concepita come una città aperta all’interno della grande città di Valencia.

È stata progettata dall’architetto Santiago Calatrava e i suoi interni ospitano solide istituzioni come il Palau de les Arts Reina Sofía, l’Hemisfèric (Cinema e Planetario Imax), l’Umbracle (un giardino per passeggiare), il Museo delle scienze Príncipe Felipe, l’Oceanogràfic e l’Ágora o spazio multifunzionale.
Questo complesso è aperto al pubblico 365 giorni all’anno.

Se pensate che tutto questo è stato ideato 24 anni fa, è davvero incredibile quanto avanti fossero rispetto al periodo. Un progetto davvero futurista!

SCOPRI DI Più…

Con questo articolo ho voluto creare una piccola guida, organizzata per quartieri, con qualche suggerimento su come raggiungere Valencia dall’aeroporto, come muoversi in città e alcune curiosità.

Una di queste è la Estrecha, la casa più stretta di Valencia, larga solo 107 cm e con una stanza per piano!  L’edificio si trova al n. 6 di Plaza Loppe de Vega, su cui affacciano negozi, locali e la chiesa di Santa Catalina. Ma perché è così stretta?

Per saperlo non vi resta che continuare a leggere l’articolo che trovate nel blog a questo link

Giulia “I Viaggi di Giugliver”

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply